12. Shanghai

Scrivo dal mio albergo a Shanghai.
Sì, Shanghai: perché ieri hanno deciso che sarei dovuto venire all’Opening Party dell’Outlet che precede, in ordine temporale, quello sul quale sto lavorando io. Me l’hanno comunicato mentre ero a Beijing per la richiesta del visto definitivo per la Cina.
Per cui sono tornato a Guangzhou con altre tre ore di volo, ho buttato un abito stropicciato in valigia e sono ripartito a bomba. Senza un cappotto per il cosiddetto “Red Carpet” (…) e un pasto decente nel frattempo. Aereo – Taxi – Taxi – Aereo – Taxi – Aereo…

E andare.

Una persona amica mi ha detto “sei uscito dalla tua zona di comfort… e stai andando alla grande”.
Un’altra – gradita e inaspettata – mi ha fatto notare proprio stamani che l’ideogramma cinese (o giapponese? boh!) che rappresenta la parola “Crisi” è lo stesso che si usa per la parola “Opportunità”, aggiungendo che io gli avevo attribuito decisamente questo secondo significato.

Credo che tutto questo in fondo sia vero. Sto bene. Probabilmente non sto facendo niente di eccezionale, ma questo momento è proprio LA novità, per me: la sensazione di essere nel mezzo di un fiume in piena persiste, e io mi ci abbandono assecondando la corrente.

Magari porta davvero in un posto che mi piace.

Muori dentro al pensiero di perderti un solo post? Come darti torto...


Email
Nome
Cognome

3 thoughts on “12. Shanghai

  1. Ciao, ho iniziato a leggere quasi per caso e sicuramente…per curiosità il tuo blog, sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla semplicità e freschezza di quello che hai scritto, bravo! Non posso dire di conoscerti, abbiamo passato insieme solo qualche anno a scuola da piccoli, ma quello che mi ricordo di te, è che già allora, avevi un’espressione negli occhi, come quella di qualcuno che è aperto al mondo, a quello che puo’ offrire, alla fantasia e alla creatività ( che leccata…eh?non è da me!:) ) scherzi a parte, bravo per esserti messo in gioco, da solo, continuerò a leggere di tanto in tanto che combini …intanto in bocca al lupo!

    • Grazie Serena…!
      Che cosa bella mi hai detto!
      E che strano ritrovarsi così dopo tutto questo tempo… 🙂
      Stai bene!
      A presto, e grazie ancora.

  2. Pingback: 78. Shanghai: la Perla d'Oriente » MartinoExpress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *