47. The Litchees Issue

I litchi sono entrati di prepotenza nella lista di cose di cui sono DROGATO.
E siccome sono circondato da gente a cui piace poco assecondare i mie gabbioni, per il ciclo #mimportatunasega, questo weekend mi hanno portato a coglierli dall’albero.
In montagna.
Nella Jungla.
Ospiti di amici di amici di amici, che per ringraziarci di essere andati lí a svuotargli gli alberi ci hanno pure offerto il pranzo (oltre che un PANCALE A TESTA dei frutti suddetti).

litchees (1)
litchees (2)
litchees (3)
litchees (4)
litchees (5)
litchees (6)
litchees (7)
litchees (8)
litchees (9)
litchees (10)
litchees (11)
litchees (12)
litchees (13)
litchees (14)
litchees (15)

Sopra, il pranzo.
Sotto, la mia faccia che dice “ebbasta co’ste foto – ma cche mme frega a me – famme magná”.

litchees (16)

E siccome la giornata bucolica e tutto quanto va bene ma fino a un certo punto, la sera ci siamo sfondati di Litchi-Martini e Guacamole a casa di Margua davanti a un film di merda.
(Ingrid, se sei in ascolto, sii fiera di me)

litchees (17)

Muori dentro al pensiero di perderti un solo post? Come darti torto...


Email
Nome
Cognome

2 thoughts on “47. The Litchees Issue

  1. È da un po’ che non entro in questo tuo diario di bordo .
    E non poteva essere meglio che rileggerti mentre parli litchees , coglierli e mangiarli dalla pianta sarà sicuramente meglio di mangiarli dai bancali del Carrefour , fregandoli, come faccio io. Nei mesi invernali , soprattutto a dicembre, quando si trovano qui. Buona continuazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *