66. Tiantan

Beijing, 17 Gennaio 2016, Temperatura esterna: meno cinque gradi.
Intenzionato a dare seguito ai miei fine settimana out-door, cosí come avevo fatto per il “Factory789” (QUI) e per il “Parco Olimpico” (QUA) la scorsa settimana, mi sono infilato 15 strati di vestiti e, camminando disinvolto e leggiadro come l’omino della Michelin (ma vedrete in seguito nelle foto che c’é chi non si é fatto troppi problemi rispetto alla temperatura polare), sono andato a visitare Tiantan, ovvero “Il Tempio del Cielo”.

Il complesso religioso si trova all’interno di un parco situato a sud del centro di Beijing ed é stato costruito nella prima metá del quindicesimo secolo: gli edifici piú importanti sono quelli costituiti dal piú famoso Hall of Prayers for Good Harvest (il tempio a pianta circolare con la copertura a tre livelli), dall’Imperial Vault of Heaven (racchiuso dal celebre muro circolare che ti permette di ascoltare stando da un lato cosa viene detto all’estrenitá opposta del cortile), e dall’altare circolare a tre livelli per i sacrifici. Altro elemento di rilievo é sicuramente il Palazzo dell’Astinenza, il padiglione in cui l’Imperatore si chiudeva in meditazione nei giorni immediatamente precedenti i riti religiosi.

Nonostante il cielo limpido che ha permesso di godere al meglio del complesso, non nascondo che non mi ha entusiasmato: ci sono senz’altro degli spunti di grande pregio (come il modo in cui lo skyline dell’edificio principale si proietta verso il cielo, il piccolo padiglione dell’immortalitá a forma di due coni affincati che in pianta vanno a definire un segno simile a quello dell’infinito, e il cortile del palazzo dell’Astinenza, austero e bellissimo) ma in generale l’ho trovato “architettonicamente” abbastanza barboso, per via delle prospettive sempre uguali, della ripetitivitá degli elementi, e della generale impressione che ho avuto di essere di fronte a qualcosa di “mal ricostruito”, e forse un po’ finto.

Non che questo aspetto sia di per sé una novitá… qualsiasi edificio storico in Cina dá quest’impressione: di essere in qualche modo “posticcio”. Anche molti degli edifici che avevo visititato dentro il Palazzo d’Estate mi avevano fatto lo stesso effetto, nonostante fosse un complesso molto piú articolato e godibile, a mio parere (ne avevo parlato QUI).

Peró questo dalle foto non appare, o almeno non cosí sensibilmente, per cui… buon tour del Tempio del Cielo.

Tiantan (1)
Tiantan (2)
Tiantan (3)
Tiantan (4)
Tiantan (5)
Tiantan (6)
Tiantan (7)
Tiantan (8)
Tiantan (9)
Tiantan (10)
Tiantan (11)
Tiantan (12)
Tiantan (13)
Tiantan (14)
Tiantan (15)
Tiantan (16)
Tiantan (17)
Tiantan (18)
Tiantan (19)
Tiantan (20)
Tiantan (21)
Tiantan (22)
Tiantan (23)
Tiantan (24)
Tiantan (25)
Tiantan (26)
Tiantan (27)
Tiantan (28)
Tiantan (29)
Tiantan (30)
Tiantan (31)
Tiantan (32)
Tiantan (33)

Le immagini a seguire sono di Qianmen Daije, una strada commerciale a sud di Tiananmen. Naturalmente, in tutto questo “nuovo” costruito a “imitazione in stile” dell’architettura storica cinese, le cose che mi sono piaciute di piú sono i fronti degli edifici sulle vie secondarie, pieni di superfetazioni, materiali poveri e decorazioni arrangiate.
Abbiate pazienza… Non sono cattivo, é che mi disegnano cosí.

Tiantan (34)
Tiantan (35)
Tiantan (36)
Tiantan (37)
Tiantan (38)
Tiantan (39)

Muori dentro al pensiero di perderti un solo post? Come darti torto...


Email
Nome
Cognome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *