87. Home again

Quello di “Home” dovrebbe essere in teoria un concetto piuttosto “stabile”.
La mia esperienza di questi ultimi tempi mi dice peró che non é cosí: in meno di due anni ho traslocato prima da casa mia a quella dei miei per quattro mesi, poi (volendo sorvolare sulle valigie giá bell’e pronte per trasferirmi a Monaco di Baviera, che ho mollato all’ultimo tuffo per la Cina) a Guangzhou… da lí a Beijing per nove mesi e adesso Wuhan.

Si dá peró il caso che l’appartamento che ho avuto la fortuna di trovare qui (pensavo ci avrei messo settimane e invece, BOTTADIHULO, é il primo che ho visitato…) é probabilmente la casa piú nuova e di gran lunga la piú grande di quelle che abbia mai avuto.
Così, essendo al momento in volo per Shanghai e volendo come mio solito condividere una gioia (fortunatamente è appena passata la donna delle pulizie a renderla presentabile), ecco di seguito alcune foto… piú un (breve) contenuto extra per gli amanti dei monologhi in mutande del sottoscritto.

a (1)
b (1)
c (1)
d (1)


(Sí ho una camera in piú: se qualche amico ha voglia di farsi un giretto a Wuhan é il benvenuto).

Muori dentro al pensiero di perderti un solo post? Come darti torto...


Email
Nome
Cognome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *