100. Il Buddha gigante di Leshan

​Leshan dista un’ora di treno da Chengdu, viaggiando verso sud. Si trova all’intersezione di tre fiumi: il Minjiang, il Dadu e il Qingyi. Il territorio é complessivamente pianeggiante, a parte le colline che lambiscono i corsi d’acqua sul fronte orientale, e il letto di questi fiumi é estremamente vasto, cosa che ha sempre favorito il trasporto di merci su acqua in questa regione, ma le correnti alla confluenza dei corsi d’acqua sono state storicamente piuttosto instabili.
É quindi a scopo propiziatorio, al fine di auspicare una navigazione sicura nel punto piú critico di queste acque, che nell’ottavo secolo un monaco cinese volle contruire questa statua gigante proprio all’intersezione di questi fiumi, opera che, si narra, fu completata dai suoi seguaci dopo oltre un secolo di lavoro ininterrotto. Non si sa se Buddha abbia accolto l’omaggio o se semplicemente i materiali lapidei di scarto dalla costruzione, finiti in acqua, abbiano cambiato le correnti in questo punto, fatto sta che da allora la navigazione é stata davvero considerata piú sicura.

In realtá, e questa é la cosa che mi ha lasciato personalmente piú esterrefatto, il Buddha Gigante non é che la punta dell’iceberg: é solo la piú imponente di una serie infinita di sculture raffiguranti altrettante variazioni sul medesimo soggetto direttamente ottenute nella roccia che adornano tutto il fianco occidentale di questa altura: nicchie, caverne, monoliti e pareti rocciose finemente decorate da altorielivi e statue che ne hanno trasformato perennemente la rossa superficie. Di ogni dimensione e forma, accompagnate da scritte per me del tutto incomprensibili, sono episodi isolati che si infittiscono verso il centro, andando come a creare la corte della Statua Sovrana.

Il Buddha Gigante di Leshan é decisamente uno spettacolo da togliere il fiato, coi suoi oltre settanta metri di altezza e il suo trono verde sulla montagna (QUI una veduta dal fiume, da wikipedia) ma il parco intorno è altrettanto bello, specialmente nella parte più a sud, decisamente meno frequentata: ho girato in lungo e largo in mezzo a boschi di palme, felci e bambù, visitato vari padiglioni lungo il fiume e pranzato al villaggio dei pescatori che, anche se abbondantemente sputtanato dal turismo di massa, conserva ancora qualche angolino autenticamente “shabby” in cui mangiare in mezzo al verde del pesce appena tirato su dal fiume (io però ho mangiato i noodles perché il fiume è lurido e la salmonella non rientra nelle mie immediate priorità).
Il problema delle visite in questi “spot turistici” (la cui alternativa per passare una giornata festiva sono i centri commerciali o pochi altri scenari non facilmente raggiungibili) sono i cinesi stessi, e non squisitamente perché casinisti e generalmente maleducati, ma proprio in quanto numerosi: l’approdo a qualunque punto di interesse in Cina è caratterizzato da infrastrutture enormi, sconfinate, fatte di stazioni mastodontiche, viali a sei corsie e piazzali così immensi e impersonali da far sembrare la San Giovanni Rotondo di Padre Pio uno scrigno. Il Grand Buddha, in questo contesto, sembra di conseguenza quasi un episodio sporadico: occorre fare un grande sforzo di fantasia per immaginarlo come doveva essere in origine, isolato e maestoso in mezzo a una natura fitta, rigogliosa e selvaggia.

A seguire la consueta carrellata di immagini.
Il video-racconto da Snapchat, invece, lo trovate a questo LINK.

Leshan Grand Buddha (1)
Leshan Grand Buddha (2)
Leshan Grand Buddha (3)
Leshan Grand Buddha (4)
Leshan Grand Buddha (5)
Leshan Grand Buddha (6)
Leshan Grand Buddha (7)
Leshan Grand Buddha (8)
Leshan Grand Buddha (9)
Leshan Grand Buddha (10)
Leshan Grand Buddha (11)
Leshan Grand Buddha (12)
Leshan Grand Buddha (13)
Leshan Grand Buddha (14)
Leshan Grand Buddha (15)
Leshan Grand Buddha (16)
Leshan Grand Buddha (17)
Leshan Grand Buddha (18)
Leshan Grand Buddha (19)
Leshan Grand Buddha (20)
Leshan Grand Buddha (21)
Leshan Grand Buddha (22)
Leshan Grand Buddha (23)
Leshan Grand Buddha (24)
Leshan Grand Buddha (25)
Leshan Grand Buddha (26)
Leshan Grand Buddha (27)
Leshan Grand Buddha (28)
Leshan Grand Buddha (29)
Leshan Grand Buddha (30)
Leshan Grand Buddha (31)
Leshan Grand Buddha (32)
Leshan Grand Buddha (33)
Leshan Grand Buddha (34)
Leshan Grand Buddha (35)
Leshan Grand Buddha (36)
Leshan Grand Buddha (37)

Ok, ok, voi volete i Panda, ho capito, i Panda
Tornate domani.

Muori dentro al pensiero di perderti un solo post? Come darti torto...


Email
Nome
Cognome

2 thoughts on “100. Il Buddha gigante di Leshan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *